Nuovi bolliti, per vecchi partiti (StampAlternativa)

RENZI-SALVINI-large570

Fine settimana all’insegna di eventi di rilievo nel panorama politico italiano, ancora stordito dalle ultime battute della storia infinita di Silvio Berlusconi, e dei suoi guai con la magistratura.

 

Sotto l’egida dell’Immacolata, e alla vigilia del ritorno alla ribalta dei “forconi” in piazza, hanno mutato nocchiero ben due partiti; Lega e Partito Democratico, attraverso il pittoresco strumento delle primarie, importato dalla cultura politica anglosassone, e rivisitato per così dire “all’italiana”, con tutto quel che ne consegue, quando si scopiazza qualche cosa che proviene dall’estero.

 

I due neo segretari, in modo diverso, hanno le idee chiare, obiettivi di brevissimo termine, e una gran voglia di andare ad elezioni anticipate.

 

Matteo Renzi ha vinto la sua battaglia contro la vecchia nomenklatura proveniente dall’ex Partito Comunista Italiano. Una “lunga marcia” piniziata da Firenze, di cui Renzi è ancora (in malo modo) il sindaco in carica, costellata da una guerriglia sezione per sezione, e coronata alla fine da un successo scontato. Infatti, gli avversari del “rottamatore” toscano erano delle comparse sbiadite, in una partita che poteva essere vinta anche da un mulo.

Il neo Segretario del PD vorrebbe imitare Barack Obama, non l’ha mai detto apertamente, ma non l’ha mai nemmeno smentito, e il suo traguardo non è sicuramente quello restare a governare il partito che ha preso senza colpo ferire, bensì Palazzo Chigi. Il suo primo discorso ufficiale è stato tutto rivolto a spiegare il motivo di quest’ansia nel voler giubilare il Governo Letta, di cui il PD è parte integrante e legittimante, e di chiudere la legislatura delle larghe intese, fortemente difesa dal Presidente Napolitano (suo compagno di partito), che a lui evidentemente non piacciono proprio.

(Continua a leggere…=>)

Fonte

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...