Prostitute… una storia tristemente reale (StampAlternativa)

prostituzione_opt

“Io e mia madre, prostitute per fame”

DECIDERE di prostituirsi perché non si ha più un lavoro e non si hanno i soldi per pagare l’affitto, ma nemmeno per mangiare.

Magda (è il nome di fantasia che ha scelto) ha 29 anni, viene dal nord dell’Italia. Una sera ha stretto i denti ed è scesa in strada. Sua madre, 57 anni, l’ha seguita per proteggerla. I carabinieri, nel corso di un controllo le hanno trovate nel piazzale del tribunale di Rimini, dentro la loro auto in attesa di qualche cliente.

Magda, cosa è successo? Perché questa scelta così difficile?

«Perché non avevamo più un soldo».

Nessuno in famiglia aveva un lavoro?

«No, lo abbiamo perso».

Magda è una bella ragazza, capelli scuri, occhi buoni. Si scusa perché non riesce a trovare le parole. Fa un bel respiro e riparte.

«Siamo arrivate a Rimini sette anni fa. La mamma lavorava negli alberghi come cameriera per pochi soldi, ma anche quei pochi sono venuti meno perché hanno preferito le straniere più giovani che lavoravano ancora per meno».

Lei Magda, invece, cosa faceva?

«Lavoravo come cassiera nei supermercati. Poi è arrivata la crisi e non hanno avuto più bisogno nemmeno di me».

Dove avete provato a cercare lavoro?

«Dappertutto: dai centri per l’impiego, alle agenzie interinali, siamo andate anche dai sindacati. Ma per noi non c’era nulla. Non riuscivamo più a pagare l’affitto che era di 762 euro e ci stavano sfrattando. Prima che arrivasse l’ufficiale giudiziario ce ne siamo andate e abbiamo trovato un alloggio in provincia che costa un po’ meno».

(Continua a leggere…=>)

Fonte

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...