Giovani sposi costretti a vivere in tenda: “Dateci una casa” (L’Unione Sarda)

 

Spostano la loro tenda nell’area termale di Santa Mariaquas aspettando l’aiuto del Comune e della Regione.

Il dramma di Tonino Cicala e Luisa Di Cesare, 30 anni e 29, giovani sposi di Sardara. Disoccupati e senza una casa, sono costretti a vivere in una tenda. C’è chi generosamente gli porta un pasto caldo. Ma la coppia ha un’unica speranza: “Chiediamo una casa. Dal Comune solo promesse. Ora abbiamo chiesto aiuto alla Regione. Alla fine saremo costretti a occupare un appartamento”.

(Continua a leggere…)

Fonte

Annunci

2 pensieri su “Giovani sposi costretti a vivere in tenda: “Dateci una casa” (L’Unione Sarda)

  1. Emblematico della situazione. Se restano a casa dai genitori vengono insultati e derisi: e così si sposano, ma senza un lavoro come possono mettere su casa? E così scopriamo che i nostri giovani restano con la mamma perché l’alternativa è la tenda; anzi, nemmeno quella: in Italia è generalmente illegale il campeggio libero.

    Mi correggo: in Italia è illegale vivere da persone normali. Negli ultimi anni un milione di giovani ha varcato la frontiera per fuggire da questo delirio. Difficile che le cose migliorino a breve.

    • Concordo. La libertà ha un prezzo sempre più alto, e sempre più persone non possono permetterselo, grazie a questo sistema.
      Si tornerà a riunire diversi nuclei familiari, in un’ unica abitazione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...