Divorare libri: la dieta che ci rende più intelligenti e preserva dalla demenza (LaStampa)

images

Leggere fa bene, perché non solo rende più intelligenti ma fa bene al cervello e preserva dal rischio di declino cognitivo, perdita di memoria e la demenza in genere. Ecco cosa hanno scoperto gli scienziati

LM&SDP

Topi di biblioteca, divoratori di libri, è il vostro momento. Se qualcuno vi ha sempre preso in giro per questa vostra buona abitudine, si dovrà ricredere, perché gli scienziati sono tutti concordi nell’affermare che leggere fa bene alla salute del cervello.

A supportare questa idea è un nuovo studio appena pubblicato su Neurology, la rivista medica dell’American Academy of Neurology (AAN), in cui si evidenzia come le attività che coinvolgono e stimolano il cervello come la lettura – ma anche la scrittura o altre attività connesse – possano essere benefiche a tutte le età ma, soprattutto, possano preservare le funzioni cognitive con l’avanzare dell’età.

«Il nostro studio – spiega nella nota AAN il dottor Robert S. Wilson del Rush University Medical Center di Chicago – suggerisce che tenere in esercizio il proprio cervello, prendendo parte ad attività di questo tipo durante tutta la vita di una persona, dall’infanzia alla vecchiaia, è importante per la salute del cervello in età avanzata».

(Continua a leggere… =>)

Fonte

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...