Gay pride: Dio, patria, famiglia… Questi sconosciuti (Elzeviro)

4721848471_5c29cd3cb0_z

Dopo l’ultima sfilata del Gay Pride a Torino, indignazione è la parola giusta per esprimere lo stato d’animo dei torinesi seri. 

Sono indignato ma forse qualcosa di più: l’ultima manifestazione del mondo omosessuale che si è tenuta nella città di Torino, alimentata dalla speranza del sindaco Fassino di dare fiato alla protesta di una, grazie al cielo, risicatissima minoranza, ha dimostrato che basta urlare e dipingersi il fondoschiena per avere diritto ad occupare una città.

E questo in barba alle centinaia di migliaia di cittadini torinesi che, fino a prova contraria, sarebbero i legittimi titolari della città sabauda e che se la sono vista scippare per un giorno da un insolito e quanto mai desolante carrozzone carnevalesco.

Voglio subito sgomberare il campo da qualsiasi fraintendimento a proposito: qui ad essere offesi non sono i cittadini che hanno il coraggio di definirsi eterosessuali, per i quali il mondo omosessuale rappresenta semmai soltanto una marginale anche se rispettabile espressione didecomposizione del tessuto sociale tradizionale, ma i tanti, tantissimi Torinesi che tutte le mattine si svegliano alle sette per andare a lavorare. Torinesi che non sentono il bisogno di dipingersi il fallo come una Carioca Universal multicolori, o di mettersi quattro piume di struzzo sul deretano o cose di simile spessore intellettivo solo a scopo provocatorio. Torinesi che lavorano sodo per tutto il giorno riuscendo purtroppo a guadagnare il dieci per cento di quanto meriterebbero, perché siamo in crisi, perché si devono pagare le molte, troppe tasse, complice anche un’amministrazione comunale sempre a caccia di denaro, perché il lavoro non rende quanto la propria sacrosanta fatica meriterebbe.

(Continua a leggere… =>)

Fonte

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...