Genocidio Boero: afrikaner bianchi in Europa. Il VF+ all’UNPO. Nov. 2012

Il 30 novembre 2012, a Ginevra, in Svizzera, ha avuto termine l’11 Assemblea Generale dell’UNPO (Organizzazione delle nazioni e dei popoli non rappresentati).

L’UNPO, nonostante le rimostranze dei boeri, accoglie tra i suoi rappresentati gli “afrikaner” (con riferimento a tutti i bianchi di lingua afrikaans), che non sono un volk, e non i boeri, che invece lo sono.

Il fatto che gli afrikaner bianchi abbiano ottenuto la rappresentanza all’UNPO utilizzando abusivamente la storia; le bandiere; e i martiri del volk boero; non solo è furto, ma un’atto di Genocidio Boero; perché derubare un volk della propria identità è un atto di genocidio.

Gli afrikaner bianchi sono rappresentati all’UNPO dal Vryheidsfront Plus (VF+ / Freedom Front Plus, FF+), il partito afrikaner che collabora con l’Impero della “nuova” RSA, quell’Impero che il VF+ ha contribuito a creare.
Nel 2011 anche la Volksraad Verkiesing Kommissie (VVK), la Commissione elettorale afrikaner bianca, è stata ospitata dall’UNPO.
La rappresentanza degli “afrikaner bianchi” è illegittima, perché solo i boeri possono rappresentare i boeri, in Africa del sud e nelle sedi internazionali, non gli “afrikaner bianchi” né i “sudafricani”.
I boeri hanno già avuto le loro Repubbliche riconosciute a livello internazionale, e nel 1995 chiesero all’ONU il riconoscimento come popolo indigeno.

(Continua a leggere…=>)

Fonte

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...