Afghanistan: una democrazia a dorso di mulo (StampAlternativa)

Asini al posto degli elicotteri per i rifornimenti all’esercito afghano. Il ritiro degli alleati lascia a piedi Kabul

Il ritiro degli alleati da Kabul sembra riportare indietro le lancette del tempo trasformando il conflitto afghano da guerra hi-tech combattuta con droni, missili e sistemi satellitari in qualcosa di simile al Primo conflitto mondiale. Forse in Afghanistan non ci saranno gli assalti frontali alle trincee che caratterizzarono le battaglie della Grande Guerra, improbabili in un conflitto insurrezionale, ma almeno un protagonista sembra riesumato dalle battaglie combattute sulle Alpi nel 1915-18: gli asini. La notizia, raccontata da un reportage del Washington Post, potrebbe sembrare di carattere folkloristico ma nasconde in realtà il disastro logistico al quale andrà incontro l’esercito afghano dopo il ritiro della Nato.

(Segue)

Fonte http://www.ilsole24ore.com

Una piccola notizia, che farebbe sorgere un sorriso, se non fosse che nel pozzo nero afgano son state buttate anche le vite di soldati italiani, e spesi molti soldi dei contribuenti italiani.

Per cosa poi? Per riempire di barzellette come questa le cronache di politica internazionale?

Lo pseudo esercito afgano è già a prescindere un non senso vivente. Essendo, infatti, poco più di una guardia forestale, per giunta posta su principi di corruzione, e del più penoso “tirare a campare”. Il grande puffo Karzai sta cercando in ogni modo di evitare che il suo trono di cartapesta passi dalla protezione della tecnologica Nato, a quella a dorso di mulo dei suoi forestali; male armati, peggio addestrati, e per giunta spinti ad indossare una divisa più per incrociare il pranzo con la cena, che per ideali patriottici, o democratici.

Di questo Karzai ne è consapevole, e forse comincia a sentirsi la terra mancare da sotto le sue scarpe made in Italy.

(continua a leggere =>)

Fonte

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...