11 settembre 1943: è la volta di Frosinone… (Thule Italia)

Nel tardo pomeriggio del giorno 11 settembre, allo scalo ferroviario giungono alcuni treni sovraccarichi di truppe, carri armati, cingolati di ogni tipo, camion e cannoni, tutti con i colori dell’Afrika Korp che vanno rapidamente a nascondersi presso l’aeroporto, le fornaci di Brighi e le campagne circostanti. A decidere le modalità e realizzare l’attacco aereo sono gli inglesi della Royal Air Force che prediligono le azioni notturne. Il Moscardini fu colpito con precisione e pesantemente, aerei ed infrastrutture in frantumi. La popolazione, ancora residente, fu terrorizzata a causa delle esplosioni della contraerea, bombe a grappoli, tante luci di colore arancione, rumori assordanti di ogni tipo, urla isteriche dovute alla paura di restare sotto le tante case crollate, una vera bolgia infernale. (continua a leggere… ->)

Fonte

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...