La stupidità delle “tigri di carta” (StampAlternativa)

Incitavano la violenza razziale su Fb, arrestati

In manette padre e figlio. Avevano pubblicato anche un’immagine con le sagome del tiro a segno: ‘Risparmiate sulle sagome, utilizzate i Rom

ALESSANDRIA  – Incitavano alla violenza razziale su Facebook e avevano un piccolo arsenale, comprese due pistole e un bastone con il volto di Mussolini, due persone – padre e figlio – arrestate dalla Polizia a Solero (Alessandria). Fra l’altro, su Facebook avevano pubblicato un’immagine con le sagome del tiro a segno e la scritta “Risparmiate sulle sagome, utilizzate i Rom”. A far scattare l’inchiesta è stata la denuncia di un cittadino per frasi ingiuriose nei suoi riguardi su Facebook.

Le persone arrestate sono Gianfranco Spinacorona, di 46 anni, e suo figlio Mattia Vincenzo, di 27. Sono accusati di incitamento a commettere violenza o atti di provocazione alla violenza per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi e di detenzione abusiva di armi comuni da sparo. Durante una perquisizione nella loro abitazione, gli agenti della Digos della Questura di Alessandria, che hanno svolto le indagini in collaborazione con gli investigatori della Polizia Postale, hanno trovato e sequestrato due pistole (una a rotazione e una a doppia canna), numerose munizioni alterate, un bastone di legno con l’immagine di Benito Mussolini, un tirapugni, una spada e un pugnale affilato con grande cura. Le indagini sono state avviate dopo la denuncia di una persona che ha riferito alla Polizia Postale di di aver subito ingiurie e diffamazioni attraverso tre profili Facebook, sui quali si inneggiava alla violenza e all’odio razziale. Gli accertamenti si sono subito concentrati su Gianfranco Spinacorona e sul figlio, che già in passato si erano resi protagonisti di episodi di violenza.

Fonte http://www.ansa.it

“Sbatti il mostro in prima pagina”, nulla di meglio se poi il “mostro” in questione ce la mette veramente tutta per farsi beccare.

Solita storia; tigri di carta che sottovalutano la pericolosità di lanciare anatemi su internet contro immigrati, omosessuali, e varie categorie mediaticamente intoccabili. Qualche “leggerezza” nel detenere materiale comprato durante una gitarella a Predappio, e poi il volersi fare un piccolo simbolico arsenale con qualche scacciacani. Tutta roba che fa molto “duri e puri”, e che presta poi il fianco a chi, in certi determinati periodi, vuol distogliere l’attenzione degli italiani dai VERI problemi.

Il confine tra coraggio e stupidità è molto sottile, demarcato poi da una bella retata in casa propria, da parte delle forze dell’ordine.

Qui gli ideali e la politica non centrano nulla, c’è solo una delle più banali tipologie di beceri, che servono prefettamente allo scopo di gettare discredito su chi, invece, con serietà e senso di responsabilità vuole contrastare ilsistema.

Meditate meditate, o voi che navigate!

Gabriele Gruppo

Fonte

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...