Beppe Grillo, il suo movimento e la banalità dell’ovvio (StampAlternativa)

Ieri sera la trasmissione “Piazza pulita”, sulla rete televisiva La7, ha fatto il classico colpaccio.

In un fuori onda tal Giovanni Favia, eletto nelle liste del Movimento 5 Stelle, “confessava” la mancanza di democrazia interna nella creatura politica di Beppe Grillo, e confermava la presenza di una sorta di demiurgo, Roberto Casaleggio, che di fatto ne gestisce dalla sua azienda di consulenza informatica tutte le dinamiche interne e le scelte strategiche.

Beppe Grillo sarebbe il semplice “uomo immagine” privo di un reale potere decisionale, cosa di cui eravamo convinti fin da principio ma che da oggi è per noi una certezza. Un potere che invece risulta essere gestito da Casaleggio e dal suo gruppo dirigente, in modo ferreo e verticistico, al fine di ottenere il massimo risultato organizzativo, grazie ad uno strumento politico veloce e accattivante, che alle prossime elezioni potrebbe essere una delle sorprese che usciranno dalle urne. (continua a leggere…->)

Fonte

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...