Quel treno che ci arriverà addosso (StampAlternativa)

Marchionne: temo che la luce in fondo al tunnel sia quella di un treno. Sull’auto sono pessimista fino al 2014

«Ho paura che la luce nel tunnel sia quella di un treno. La luce in fondo al tunnel si vedrà quando i problemi dell’Unione Europea verranno risolti in maniera collettiva e non per singoli paesi». Lo ha detto l’ad Fiat, Sergio Marchionne parlando a Kragujevac, in Serbia, dove è in visita allo stabilimento dove viene prodotta la nuova 500L. «Molto – ha sostenuto – dipende dai governanti europei». (…)

Ci mancava il pistolotto del cinghialone motorizzato!

Banale, scontato, se non per due note di rilievo:

La famosa “luce in fondo al tunnel” potrebbe non essere quella dell’uscita dallacrisi economica.

La risoluzione delle problematiche europee dipendono dai governi, e dagli organismi comunitari.

Una mirabile sintesi, che la dice lunga su quanto Sergio Marchionne sia aggiornato sulle questioni d’Europa, che forse nemmeno gli interessano più di tanto. Nonostante anche lui, nel suo piccolo/grande ruolo, abbia giocato al massacro del vecchio Continente.

Ovviamente l’amministratore delegato FIAT se la canta e se la suona non in Italia, in Francia o in Germania, se ne guarda ormai bene dal farlo, ma in Serbia, al riparo da critiche che potrebbero essergli riservate a badilate. Il nostro beniamino dell’automotive elogia lo stabilimento di Kragujevac, e quel che lì si produce, in barba al fatto che proprio l’opificio serbo abbia di fatto soppiantato Mirafiori nel cuore, e nel portafogli, dei dirigenti della casa automobilistica (ex)torinese. (continua a leggere…)

Fonte

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...