Brevi riflessioni: dalla riforma Fornero allo Stato che verrà (StampAlternativa)

“Fornero: è una buona riforma. «Continuo a considerare questa riforma una buona riforma – dice il ministro del Lavoro, Elsa Fornero – Il lavoro fatto al Senato è un buon lavoro. Abbiamo realizzato un buon equilibrio. Nessuno ha mai avuto la pretesa di avere la chiave in tasca per la soluzione dei molti problemi che affliggono il mercato del lavoro»” (…)

C’è chi pensa che un mezzo risultato sia meglio di niente, che è meglio trovare un compromesso anche discutibile, piuttosto che  rimanere nella condizione precedente. Tanto poi, se ne discute dopo e in caso si migliora (forse) e pazienza se qualcuno nel frattempo ci ha rimesso il lavoro, la casa, la famiglia. In fondo non si è sempre detto che bisogna fare sacrifici? Tutti  siamo disposti a farli ma solo se servono a preparare il terreno a un futuro migliore e non quando servono a peggiorare la condizione dei lavoratori a vantaggio di poteri economici  e imprenditori avidi. Chi sta pensando che tutto questo sia necessario per uscire dalla crisi dovrebbe ricordare la legge Treu del 1997 per il lavoro interinale su nominata o ancora peggio la legge Biagi del 2001 (approvata definitivamente nel 2003) che ha dato vita all’attuale svalutazione della tutela del lavoratore. Entrambe varate in tempi non sospetti. Si è molto discusso sui presunti buoni propositi di entrambe, ma se anche fosse così alla fine dei giochi quale è il risultato? (continua a leggere…)

Fonte

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...