Grossi, grassi, gatti affamati (StampAlternativa)

Crisi? Per tutti ma non per i banchieri. Stipendi +12%

Roma – Alla fine non solo la fanno sempre franca, ma riescono anche a guadagnare nei periodi più bui dell’economia mondiale. Mentre l’Eurozona annaspa per trovare una soluzione che eviti il suo crack, e in un momento in cui tutto il mondo sconta il problema dei debiti sovrani del Vecchio Continente, loro si portano a casa stipendi in continuo aumento.

Sono i banchieri più importanti al mondo; tra questi, i numeri uno di JP Morgan e Citigroup, rispettivamente Jamie Dimon e Vikram Pandit che, stando a uno studio riportato dal Financial Times, a dispetto dei cali degli utili e delle quotazioni azionarie delle banche che comandano, hanno visto crescere i loro stipendi di quasi il 12% su base annua. (…)

E’ facile scandalizzarsi, ma non basta più. I più importanti banchieri dell’Occidente, le cui terga sono saldamente ancorate alle poltrone, e possono girare indisturbati tra Wall Street e la City londinese, certi di poter trovare sempre qualche zerbino umano che li venera come divinità, possono permettersi tutto quel che vogliono.

Hanno creato gli azzardi dei mutui sub prime, hanno intossicato un gran numero di sistemi bancari con i credit default swap, hanno chiesto aiuti a pioggia dalla Casa Bianca, e li hanno ottenuti perché “troppo grandi per fallire”. La speculazione apolide attacca l’Europa, e sono sempre loro a tirare le fila.

Tuttavia nessuno ha fatto nulla per fermarli. Perché?

Semplice; perché ci si è fermati alla semplice indignazione, perché in Occidente non c’è in circolazione una classe politica capace di dire a questi ingordi: “Ora BASTA!”. Perché noi stessi, nella nostra vita quotidiana, non compiamo quasi mai scelte che possano ledere i loro interessi, o non scegliamo chi realmente chi abbia voglia di modificare questo sistema,ponendo questi “signori” alla sbarra, vuotando le loro tasche, distruggere i loro regni di carta e di finanza. (continua a leggere…)

Fonte

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...