Terremoto: molti animali messi in salvo, ecco le strutture che li ospitano

È stato il Cento Tutela Fauna Selvatica Il Pettirosso di Modena a soccorrere oltre 200 volatili rimasti, dall’inizio delle scosse sismiche, senza un rifugio.

Si tratta di volatili di varie specie, come gheppi, barbagianni, allocchi. In particolare, due giorni fa gli operatori del centro sono riusciti a recuperare sei pulcini di barbagianni – un animale, questo, che come molti altri ha l’abitudine di costruire il proprio nido nelle case di campagna abbandonate e diroccate, e dunque a maggior rischio sismico.

È stato proprio tra le macerie di un ristorante che, un paio di giorni fa, gli esperti del Centro hanno portato in salvo un piccolo gheppio: “Mentre cercavamo di salvare il salvabile tra le macerie, abbiamo notato questo cosino nero che sporgeva”, racconta il ristoratore, “mi sono avvicinato e l’ho raccolto. Ho cercato di farlo riprendere dandogli acqua, prosciutto e pane. Poi abbiamo contattato i volontari del centro. In venti minuti sono arrivati e sono entrati tra le macerie per cercare altri esemplari che però non sono stati trovati. Sono stati fantastici. E questo ritrovamento mi ha commosso, mi ha fatto ritrovare un po’ di coraggio”. (Continua a leggere…)

Fonte

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...