Sisma, le banche fanno cassa sulle disgrazie Commissioni sui bonifici di solidarietà

08:49 – La gara di solidarietà per aiutare i terremotati è scattata. La corsa alle donazioni sta coinvolgendo un po’ tutti, ricchi e poveri, giovani e anziani. Tutti, tranne le banche. Che non rinunciano ai loro balzelli, perfino quando si tratta di bonifici pro sfollati. Perfino su queste offerte, le banche alla loro commissione (che arriva fino a cinque euro) non ci rinunciano.

Il racconto del “Giornale” è emblematico. Francesco Baldisserotto si fa una camminata di tre chilometri per raggiungere la banca più vicina a casa, la Cassa di risparmio del Veneto, a Legnaro, per fare il suo versamento sul conto Mediafriends-Intesa Sanpaolo. Allo sportello della banca, di cui Baldisserotto non è correntista, gli chiedono una commissione: cinque euro sul bonifico. “Mi sono sentito preso in giro – dice lui, senza mezzi termini -. Ma come? Uno vuol aiutare i terremotati, viene a fare benficenza e le banche ne approfittano per saccheggiare le nostre tasche. No, mi spiace per i nostri sfortunati connazionali dell’Emilia, ma io a questo gioco non ci sto”.  (continua a leggere…)
Annunci

Il punto raccolta pro terremotati a Sassuolo è in via Pia: NON recarsi sul luogo del sisma per non intasare le strade d’accesso

I Magazzini comunali di via Pia sono aperti tutti i giorni, dalle ore 8 alle ore 20 per raccogliere il materiale da trasportare nelle zone terremotate.

La ProtezioneCivileinvita i privati cittadini a non recarsi nelle zone colpite dal terremoto per non intasare le strade d’accesso e le vie di comunicazione indispensabili, oggi più che mai, per i soccorsi.

Per questo motivo, i volontari di Sassuolo in accordo con quelli presenti sul posto, hanno istituito un punto di raccolta in città nel quale far confluire il materiale che i privati cittadini vorranno donare. (continua a leggere…)

Fonte

Terremoto, Gresta: “La sequenza sismica potrebbe durare anni”

Modena, 30 maggio 2012 – “Sara’ una sequenza sismica lunga, che potrebbe durare mesi o anni, con sequenze di magnitudo confrontabile alla scossa principale’’, ha detto oggi il presidente dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv), Stefano Gresta, nella conferenza stampa organizzata dall’istituto all’indomani del terremoto di magnitudo 5,8 nel modenese.

‘’Dal punto di vista scientifico – ha proseguito Gresta – la sequenza rimanda a conoscenze passate’’ perche’ ‘’il terremoto e’ avvenuto in un’area che per centinaia di anni non ha visto terremoti. Per questo – ha aggiunto – dobbiamo fare un atto di umilta’ e recuperare documenti storici’’. (continua a leggere…)

Fonte

Sisma, la grande paura: gli epicentri si sono spinti verso ovest

Reggio Emilia, 30 maggio 2012 – «Che gli epicentri si siano spostati verso occidente è un dato di fatto. Che possano migrare ancora più a occidente è difficile dirlo». Gaetano Sartini è il dirigente responsabile dell’assetto idrogeologico di Reggio e Modena (ex Genio Civile).

Ma se c’è uno spostamento verso ovest, a Reggio dobbiamo avere paura?
«Io abito a Rio Saliceto, adesso sto raggiungendo la mia famiglia. E cercherò di convincere i miei a dormire in casa».
E noi come possiamo decidere se dormire fuori o dentro casa?
«L’elemento base è l’età dell’edificio. Parlo di abitazioni civili, ovviamente. Gli edifici nuovi, più recenti, non devono destare preoccupazioni».
Perchè gli epicentri delle ultime scosse di terremoto si sono avvicinati?
«C’è stato uno spostamento nella parte più occidentale della struttura sismogenetica, rispetto alle prime scosse».
Cosa è successo ieri mattina?
«Di fatto c’è stato un nuovo terremoto. Non si è trattato di scosse di assestamento, non è uno sciame sismico del terremoto dell’altra domenica. Verosimilmente si è generata una nuova faglia».
E cosa dobbiamo aspettarci adesso?
«Seguiranno altri sciami sismici, con epicentro intorno a quelli di stamattina (ieri, ndr)».
Quindi abbiamo un fenomeno comune che dura ormai da giorni, ma un terremoto nuovo.
«Esatto, e si tratta di un fenomeno dalle dimensioni importanti. Le energie in gioco sono notevoli e lo dimostrano le 800 scosse di assestamento successivo al primo terremoto del 20 maggio».
Come proseguirà?
«Quello che possiamo sperare è che queste energie si liberino progressivamente, con intensità via via minore». (continua a leggere…)

Fonte

Terremoto in Emilia: informazioni e recapiti utili (post in aggiornamento)

Sciacalli in azione, falsa Protezione civile lucra sul dramma:
http://www.ilgiornaledireggio.it/TnewsreggioI10390Marticoloreggio.htm
———————————————————————————————————

COMUNE DI MIRANDOLA
Lì 31.05.2012

n. prot. 7926 Ordinanza n. 16/2012
Oggetto: SOSTITUZIONE ORDINANZA N. 15/2012 DEL 29 MAGGIO 2012 RELATIVA A PROVVEDIMENTO TEMPORANEO IN MATERIA DI PROTEZIONE CIVILE.

IL SINDACO

Vista la propria ordinanza n. 15/2012 del 29.05.2012, con cui, a seguito del forte evento sismico del 29 maggio, si è ordinata l’interdizione all’intero Centro Storico delimitato dai viali di Circonvallazione, fino alla fine dell’emergenza, unitamente all’interdizione alle zone industriali, fino alle verifiche tecniche;

Ritenuto necessario, alla luce di quanto riscontrato in queste due giornate, adottare una nuova ordinanza in sostituzione della precedente, soprattutto al fine di preservare, innanzitutto, la sicurezza delle persone e, per quanto possibile, il tessuto produttivo cittadino, già gravemente compromesso dagli eventi sismici in parola;

Visti gli artt. 50 e 54 del d.lgs. n. 267/2000;

Visto lo Statuto comunale;

Visto l’art. 7 del d.lgs.n. 285/1992 – “Nuovo Codice della Strada”;

Visto il d.p.r. n. 495/1992 – “Regolamento di esecuzione e di attuazione del Nuovo Codice della Strada”;

Vista la legge n. 225/1992 – “Servizio Nazionale di Protezione Civile”;

Sentito il parere del responsabile del Servizio LL.PP.;

ORDINA

1 – di confermare l’interdizione all’intero Centro Storico delimitato dai Viali di Circonvallazione, fino alla fine dell’emergenza, con esclusione delle squadre tecniche della Protezione Civile incaricate dell’effettuazione dei sopralluoghi e delle squadre dei Vigili del Fuoco incaricate della messa in sicurezza delle aree in corso di verifica;

2 – in tutto il territorio comunale, l’utilizzo dei fabbricati destinati ad attività produttive è subordinato alla dichiarazione di agibilità da parte delle squadre tecniche della Protezione Civile, inviate dal Centro di Coordinamento Tecnico della funzione Censimento Danni della Provincia di Modena, o da tecnici liberi professionisti che hanno superato positivamente la verifica finale del percorso formativo, propedeutico anche all’inserimento negli elenchi regionali in corso di costituzione, ai sensi del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 5.5.2011 (rif. circolare regionale PC 2012 0005521 del 22.05.2012 e successiva nota operativa del 27.02.2012 PC 2012 0006334);

3 – qualora per il conseguimento dell’agibilità si renda necessaria l’esecuzione di lavori di manutenzione, si deve procedere mediante presentazione della prescritta comunicazione di inizio lavori o segnalazione certificata di inizio attività per l’esecuzione di opere strutturali e non, allegando la necessaria documentazione sismica;

4 – dopo l’esecuzione dei lavori di cui al punto precedente, viene effettuata la valutazione dell’agibilità a cura delle squadre tecniche o dei tecnici di cui al precedente punto 2; se la valutazione dà esito positivo, nel senso che il fabbricato viene dichiarato agibile, potrà essere ripresa l’attività produttiva;

5 – che dal presente provvedimento siano esclusi – a condizione di essere accompagnati dal personale dei Vigili del Fuoco – mezzi e personale di protezione civile, di soccorso, di emergenza, di polizia, nonché i residenti in caso di esigenze inderogabili;

6 – al Servizio Manutenzione, di vigilare sul corretto posizionamento ed efficienza della segnaletica diurna e notturna;

7 – alle forze dell’ordine di dare esecuzione alla presente ordinanza;

8 – di inviare la presente ordinanza alla struttura di coordinamento provinciale di Modena, al Centro Operativo di Protezione Civile (C.O.R.) ed alla Prefettura di Modena, fornendone contestualmente la massima diffusione tramite i mezzi informativi a disposizione.

IL SINDACO
(Maino Benatti)
———————————————————————————————————

dal CANILE DI MIRANDOLA:
RAGAZZI ABBIAMO BISOGNO DI UNA MANO IN CANILE, CONTINUANO A ENTRARE CANI, GLI OPERAI CHE LAVORANO DENTRO SE NE SONO ANDATI, C’E RIMASTA SOLO L’ANNA, CHIUNQUE POTESSE VENIRE A DARE UNA MANO ANCHE UN ORA O DUE QUELLE CHE PUO’ DALLE 8 ALLE 14 VI PREGO DI ANDARE IN CANILE, C’E BISOGNO DI TUTTO, PULIRE I BOX DARE DA MANGIARE, RISPONDERE AL TELEFONO, DARE UNA MANO ALLA GENTE CHE VIENE A CHIEDERE AIUTO, SIAMO IN UNA SITUAZIONE DI EMERGENZA, VI PREGO CHIUNQUE POSSA AIUTARCI VENGA IN CANILE!!!

———————————————————————————————————

TERREMOTO E ANIMALI: NUMERI UTILI, RICHIESTE E OFFERTE D’AIUTO

E’ stato attivato un punto di ascolto Tel. 059 25 57 69 per le segnalazioni di smarrimento, ritrovamento, avvistamento e per le richieste di intervento, attivo il lunedì dalle 14 alle 19, il martedì e mercoledì dalle 16 alle 19 e il venerdì dalle 14 alle 19.

Per chi volesse contattare l’associazione protezione animali carpigiana i recapiti sono: 360 42 54 03 e 320 46 20 803

E’ attivo anche un indirizzo mail per le segnalazioni di smarrimento, ritrovamento, avvistamento e per le richieste di intervento e di aiuto:

stregattara@gmail.com

Fonte: https://www.facebook.com/lav.modena
************************************

INFO E RICHIESTE D’AIUTO DALLA L.A.V. DI MODENA:

DALLA LAV DI MODENA:

Aggiornamento delle associazioni C.S.A., La Fenice, LAV Modena:

(….) Vi confermo che gli animali presso i canili stanno bene al momento, come vi dicevo il problema è dato principalmente dagli animali domestici dei privati che necessitano di zone apposite a fianco delle tendopoli oppure di spazi presso i canili.

In entrambi i casi servono CUCCE PER ESTERNO di legno o plastica (sono più facili da trasportare) e catene (ovviamente queste sono necessarie solo in funzione dell’emergenza per tenere separati i cani temporaneamente)

(….)
Il materiale attualmente necessario è:
_Cucce in legno o plastica di varie misure
_Catene con moschettoni (non troppo pesanti per evitare ulteriore stress agli animali)
_Ombreggianti
_Cibo per cani e gatti sia umido sia secco (soprattutto umido)
_Antiparassitari contro le zecche (possibilmente in fialette)
_Gabbie per gatti (non trasportini)

Le gabbie per gatti servirebbero in modo particolare per i privati nelle tendopoli ma anche per il Canile/gattile di Finale Emilia: ci ha infatti comunicato la responsabile che hanno raccolto vari gatti di privati che ora non possono tenere e gatti che hanno raccolto per strada, ma visto che purtroppo non possiamo prevedere quanto dureranno questi stalli, vorrebbero spostare gli animali dai trasportini alle gabbie che sono più grandi e dove si possono muovere meglio.

Chiaramente mi ricordano tutti che servono soldi anche per le spese veterinarie e per il mantenimento dei canili: ci sono molti animali anziani che hanno bisogno di cure, le spese sono sempre tante e amplificate dal momento delicato.

Se volete fare qualche donazione vi ricordo il nostro iban : IT14W0538712998000000680238, ricordatevi di specificare la causale “Animali terremotati”.

Ho sentito telefonicamente anche il Dr Gelati, responsabile servizio veterinario del distretto di Mirandola, che stamattina mi ha detto che stanno allestendo (con l’aiuto di un’associazione animalista di Forlì) un “gattile” provvisorio vicino al canile di Mirandola, in una zona non lontana di fianco alla zona sgambamento dei cani. Questo è molto positivo per i tanti gatti dei privati per i quali è più difficoltoso trovare una sistemazione.
Mi ha confermato (come tanti mi chiedete) che i Vigili del fuoco si stanno dando da fare per controllare tutti gli animali rimasti nelle case o ne luoghi non agibili.
A questo proposito vi segnalo che le associazioni Protezione del gatto (Apg) di Modena e Protezione Animali carpigiana (Apac) si offrono per aiutare le famiglie che hanno perso o dovuto abbandonare il loro gatto durante il terremoto a recuperare e a custodire il proprio animale fino al ritorno alla normalita’.
Gli stessi volontari si rendono disponibili inoltre ad occuparsi dei gatti rimasti senza mezzi di sussistenza garantendo nel loro ambiente alimentazione, ricovero ed eventuali cure mediche.

In particolare, è stato attivato un punto di ascolto ( 059-255769 ) per le segnalazioni di smarrimento, ritrovamento, avvistamento e per le richieste di intervento, attivo il lunedi’ dalle 14 alle 19, il martedi’ e mercoledi’ dalle 16 alle 19 e il venerdi’ dalle 14 alle 19. Per chi volesse contattare l’associazione protezione animali carpigiana i recapiti sono: 360-425403 e 320-4620803 .

Per quanto riguarda il problema degli allevamenti, ho parlato stamattina con il Dr Zecchini, responsabile area nord, che però non è riuscito purtroppo a darmi notizie molto precise.
Sarà necessario aspettare almeno domani o dopodomani per avere qualche dato più concreto. I veterinari continuano il loro giro negli allevamenti per la supervisione ma spesso necessitano dei Vigili del fuoco per visitare certe strutture non sicure: questo ovviamente fa sì che ci siano ritardi nei controlli perché i Vigili del fuoco sono spesso impegnati in situazioni d’emergenza di abitazioni, alle quali si da la precedenza.
Si sono però messi subito all’opera i veterinari, con la Protezione civile per rifornire agli allevamenti che hanno già visitato, di generatori per mancanza di luce e per la mungitura della mucche.
Si sa di vari crolli nelle aziende ma ancora non sembra ci siano degli animali morti.

Un gran mano ha dato il Centro Fauna Selvatica “Il Pettirosso” che si sta coordinando con il servizio veterinario per gli aiuti, mettendosi a disposizione anche degli allevatori in difficoltà con gli animali.
Sta collaborando a mettere in sicurezza 250 bufale che si trovavano in una stalla inagibile.

Ricordiamo che il servizio del Pettirosso è attivo 24 ore su 24 a questi numeri: 339 81 83 676 oppure 339 35 35 192

(….)

Per raccogliere il materiale ed il cibo si stanno coordinando due punti di raccolta a cui potete rivolgervi a seconda della località che si trova più vicino:
– Sede LAV Modena – Modena – Via Canaletto 100 – dal lunedì al venerdì (tranne questo venerdì perché andremo a consegnare il materiale) dalle 9 alle 13 circa.
– Sede Associazione La Fenice – Sassuolo c/o Circolo Sant’Agostino – Viale Milano 75. Per prendere accordi contattare Alessandra al numero 347/5805247

Venerdì dovrebbe partire la terza consegna di materiali.

Per aggiornamenti seguite sempre la nostra pagina Facebook (LAV MODENA Lega Antivivisezione Sede Territoriale di Modena)

Per richieste particolari il nostro indirizzo email è lav.modena@lav.it (se però volete solo informazioni vi preghiamo di leggere gli aggiornamenti perché è veramente difficile rispondere a tutti!!) e lafenice.sassuolo@libero.it

Fonte: https://www.facebook.com/lav.modena

**************************************
S.O.S. dal canile di Mirandola:

“RAGAZZI ABBIAMO BISOGNO DI UNA MANO IN CANILE, CONTINUANO A ENTRARE CANI, GLI OPERAI CHE LAVORANO DENTRO SE NE SONO ANDATI, C’E RIMASTA SOLO L’ANNA, CHIUNQUE POTESSE VENIRE A DARE UNA MANO ANCHE UN ORA O DUE QUELLE CHE PUO’ DALLE 8 ALLE 14 VI PREGO DI ANDARE IN CANILE, C’E BISOGNO DI TUTTO, PULIRE I BOX DARE DA MANGIARE, RISPONDERE AL TELEFONO, DARE UNA MANO ALLA GENTE CHE VIENE A CHIEDERE AIUTO, SIAMO IN UNA SITUAZIONE DI EMERGENZA, VI PREGO CHIUNQUE POSSA AIUTARCI VENGA IN CANILE!!!”

https://www.facebook.com/pages/Canile-Di-Mirandola-Lisola-Del-Vagabondo/157896464311065

———————————————————————————————————

I numeri di emergenza:

Ferrara 0532771546;
Modena 059200200;
Mirandola 0535611039;
San Felice 800210644;
0535 28122 in caso emergenza gas-acqua- aimag
———————————————————————————————————

tel. O59 212003 per offrire generi alimentari\materiale ecc..
tel. 45500 per donare 2 eu con sms.

———————————————————————————————————

Terremoto: Cerco e offro: http://www.radiobruno.it/terremoto/cerco-e-offro
———————————————————————————————————

Comune di Carpi – Elenco gestione aree di emergenza

Aree di attesa
1 – parcheggio di via Remesina interna, n 139 – chiedere del nucleo operativo comunale – 329.1213910
2 – parco di via Genova/Torino/Bologna – chiedere del nucleo operativo comunale – 329.1213910
3 – parcheggio di via Martiri di Fossoli – chiedere del nucleo operativo comunale – 329.1213910
4 – piazzale della Meridiana – chiedere del nucleo operativo comunale – 329.1213910
5 – parcheggio Stazione Autocorriere, P.le Salvator Allende – chiedere del nucleo operativo comunale – 329.1213910
6 – parco del Foro Boario, via Alghisi – chiedere del nucleo operativo comunale – 329.1213910
7 – parcheggio di via Terenzio – chiedere del nucleo operativo comunale – 329.1213910
8 – parcheggio di via Dell’Industria, civici dal 9 al 21 – chiedere del nucleo operativo comunale – 329.1213910
9 – parcheggio di via Sigonio, n 25 – chiedere del nucleo operativo comunale – 329.1213910
10 – parcheggio di via Cuneo, n 51 – chiedere del nucleo operativo comunale – 329.1213910
11 – parcheggio di via Ugo da Carpi, n 29/A – chiedere del nucleo operativo comunale – 329.1213910 – davanti alla palestra comunale
12 – Santa Croce, parcheggio di via Marri – chiedere del nucleo operativo comunale – 329.1213910
13 – Gargallo, parcheggio di via Don Milani dal civico 7 al 15 – chiedere del nucleo operativo comunale – 329.1213910
14 – Cortile, piazzetta in via Chiesa di Cortile dal civico 37 al 51 – chiedere del nucleo operativo comunale – 329.1213910
15 – San Marino, parcheggio Polisportiva in traversa San Lorenzo – chiedere del nucleo operativo comunale – 329.1213910
16 – Fossoli, parchetto di via Quirino Pioppi tra il civico 3 e il 9 – chiedere del nucleo operativo comunale – 329.1213910
17 – Budrione, parcheggio di via Marte (davanti al Bocciodromo) – chiedere del nucleo operativo comunale – 329.1213910
18 – Migliarina, area verde di via Budrione-Migliarina Ovest tra i civici 77 e 79 – chiedere del nucleo operativo comunale – 329.1213910

Area di accoglienza coperta
1 – palestra istituto Meucci – p.le delle Piscine – chiedere di Euro Pulega – 329.121390/320.4299285
2 – palestra istituto Vallauri – viale Peruzzi – chiedere di Euro Pulega – 329.121390/320.4299285
3 – palestra liceo Fanti – viale Peruzzi, 1 – chiedere di Euro Pulega – 329.121390/320.4299285
4 – palestra Ugo da Carpi – via Ugo da Carpi, 29/a – chiedere di Euro Pulega – 329.121390/320.4299285
5 – palestra scuola media Focherini – via Magazzeno – chiedere di Euro Pulega – 329.121390/320.4299285
6 – palestra scuola Media Guido Fassi – via Bollitora, 90 – chiedere di Euro Pulega – 329.121390/320.4299285
7 – palestra Leonardo Da Vinci – via Goito – chiedere di Euro Pulega – 329.121390/320.4299285
———————————————————————————————————

DOVE TROVARE ALLOGGIO

***CENTRI ALLESTITI NELLE VARIE CITTA’***

– BOLOGNA: punto di raccolta per sfollati via Turati 25/b. info 3480456556-3472737077- 3200237187

– S.AGOSTINO (RA) palazzetto dello sport allestito dalla prot. civile

– FINALE EMILIA (MODENA) Palestra istituto Morandi 200 posti letto

– MOGLIA (Mantovano) La Protezione civile sta preparando una nuova tendopoli nella zona di Moglia, nel mantovano, con 250 tende

***ALBERGHI E STRUTTURE TURISTICHE***

BOLOGNA:
– Residence Casa Temporanea- tel 0513140549

RAVENNA:
– HOTEL DIANA Via Girolamo Rossi, 47 48100 Ravenna 0544 39164
– HOTEL HOLIDAY INN – Via Enrico Mattei, 25 – Ravenna 0544 455902

MILANO MARITTIMA (Ravenna):
– Hotel Perla Verde, viale 2 Giugno 144, CAP 48015 Milano Marittima (Ravenna) 0544-994014

CAMPAGNOLA E. (Reggio Emilia):
– HOTEL SPORTING – TEL.052275484 – 3923556690.

CORTINA D’AMPEZZO:
– L’Hotel Impero mette a disposizione gratuitamente camere x chi ha case inagibili TEL.0436/4246

FERRARA:
– L’Hotel Astra può ospitare sfollati. Viale Cavour 55, 44121 Ferrara, tel. 0532 206088.

CERVIA (Ravenna):
– Hotel Commodore – Lungomare Grazia Deledda 126 a Cervia – tel 0544-71666 –
– Hotel President Cervia, via Irpinia 16, CAP 48015, Cervia (Ravenna), 0544-987470

***SOLIDARIETA’ DA PARTE DEI CITTADINI***

– “Dispongo di 4-6 posti letto zona Castel san Pietro Terme (BO) tel. 340-2639319”

– Don Alberto di Argelato (BO), via Funo 14, ospita sfollati. Alberto.maria.d@alice.it tel. 051-861505 333-5227908 338-3879861

– Federica di Banella (http://www.facebook.com/federica.banella ) cell. 340 66 67 969 offre 2 posti letto per persone sfollate causa terremoto, provincia di Bologna si accettano cani e gatti!

– Offerte di aiuto via twitter: http://gazzettadimodena.gelocal.it/cronaca/2012/05/22/news/sos-terremoto-gli-aiuti-in-diretta-twitter-1.5107120

_________________

Per offrire disponibilità di STRUTTURE: Carabinieri di Finale Emilia 0535-91067, i vigili Mirandola 0535-611039 o la Municipale di Finale Emilia: 0535-788121.
__________________

Post in aggiornamento.
———————————————————————————————————

Canile San Prospero Modena
ill gestore del canile ci ha chiesto di pubblicare il seguente messaggio, che volentieri diffondiamo:

ZAGNI ERNESTO
CANILE SAN PROSPERO (MO)
… 337/582954
051/6469130

Calderara, 28 maggio 2012

Anche noi come canile municipale di San Prospero vorremmo dare il nostro contributo alle persone e agli animali colpiti dal terremoto, quindi siamo a comunicarvi che mettiamo a disposizione la nostra struttura e i nostri mezzi per il trasporto degli animali, il nostro personale tutto a titolo gratuito e senza alcun costo ne per il Comune, ne per il proprietario per l’ospitalità degli animali di proprietà delle persone sfollate o che in questa grave situazione non riescono ad accudire il proprio cane.

Rimaniamo a disposizione per qualsiasi vostra esigenza.

Distinti saluti Zagni Ernesto
———————————————————————————————————

Essendo in tilt le linee telefoniche, la Prot. CIv. chiede a tutti gli emiliani di togliere le protezioni alla rete WiFi e permettere a tutti di potersi collegare a una rete:

Come togliere password a wifi 69 –La maggior parte delle volte i router/modem ADSL sono forniti di configurazione base che prevede wi-fi attivo e senza password, per cui il primo tentativo da fare è resettare il router stesso. Ci sono vari metodi, ma in larga parte basta trovare nel retro dello scatolino una piccola depressione/bottoncino (di solito premibile con la punta di una penna) e premerlo per 10 secondi. A quel punto il router si resetta con le impostazioni di fabbrica e al 95% sarà con wi-fi attivo e senza password.
———————————————————————————————————

Che cosa fare in caso di terremoto: http://www.focus.it/scienza/che-cosa-fare-in-caso-di-terremoto_C12.aspx
—————————————————————————————

Comunicato del sindaco Andrea Rossi
sulle iniziative di solidarietà di
Casalgrande per il terremoto

In queste ore, si è attivata un importante catena di solidarietà umana che dimostra la capacità della nostra gente e del nostro territorio nei momenti di difficoltà, nel diventare una comunità coesa e unita, superando le divisioni sterili.

Tra queste importanti iniziative a sostegno delle popolazioni colpite dal terremoto, per evitare il sovrapporsi di azioni scollegate che possano produrre confusione, come Amministrazione comunale consigliamo di scegliere tra le seguenti azioni:

1) per chi volesse dare un contributo in beni di consumo o alimentari, occorre attenersi esclusivamente alla lista di prodotti necessari, composta da: shampoo, bagnoschiuma, detergenti, spazzolini, dentifrici, detersivi per pulizie, cuscini, lenzuola e federe per letti singoli, pannolini per bambini, donne e anziani. In misura minore occorrono anche confezioni di pasta di tipo fusilli e passata di pomodoro. Nelle giornate del primo e del due giugno, davanti al Conad di Casalgrande, sarà allestito un punto di raccolta gestito dal Gruppo Alpini e dai Volontari del Soccorso di Sassuolo, i quali già sono attivi nelle zone colpite dal sisma. A Salvaterra, venerdì, tutto il giorno, di fronte al Sigma, e sabato davanti alla Sala civica in via Ligabue, sarà allestito un altro punto di raccolta dei prodotti sopra elencati. Sempre il due giugno, la sera, nel corso dello spettacolo «Sorriso e solidarietà», saranno allestiti due punti di raccolta in centro a Casalgrande;

2) per chi volesse effettuare delle donazioni in denaro, si può ricorrere alla campagna di raccolta fondi straordinaria della Protezione civile, attraverso il numero SMS 45500, al costo di 2 euro; oppure effettuare una donazione diretta al conto corrente di Finale Emilia, all’IBAN: IT82E0611566750000000133314;

3) per chi volesse comunicare la disponibilità di alloggi e posti letto, nelle abitazioni o nelle strutture ricettive dei nostri territori, occorre contattare il Centro unificato di Protezione civile al numero 0522/271698;

4) inoltre in Comune, telefonando alla mia segreteria (0522/998503), si raccolgono i riferimenti di ingegneri che siano abilitati alla verifica sismica dei fabbricati, in modo da potere collaborare, come volontari, alla valutazione dello stato degli edifici.

Nell’invitarvi a seguire tali indicazioni, vi terremo informati attraverso gli organi di stampa e attraverso i profili Facebook e Twitter attivati.

IL SINDACO
Andrea Rossi

Casalgrande, 30.05. 2012 _ S.D.A. comunicato 67/12
——————————————————————————————————

Oggi abbiamo raccolto davvero tanto
ma domani continuiamo con i punti di raccolta…

… – acqua ( tanta )
– cibo “conservabile” (cibo in scatola, tonno, cracker, grissini, pan carrè, biscotti, brioches,….)
– tovaglie, posate e bicchieri di carta
– tende da campeggio
– sacchi a pelo, coperte,…

Domani mattina dalle ore 9 ci trovate in via S.Eusebio a Castelvetro di Modena ( difronte COOP LEGNO )

Domani pomeriggio entro le ore 18 a Vignola presso il Bar dell’Oratorio ( Chiedere di Giovanni )

per chiarimenti -> 340.3593140

Basta davvero poco , vi chiediamo di fare girare questo messaggio il piu possibile!!!

Vi ringraziamo anticipatamente Bside Eventi
———————————————————————————————————

TERREMOTO EMILIA: ECCO COME ACQUISTARE IL PARMIGIANO REGGIANO “TERREMOTATO”, CONVENIENZA E SOLIDARIETÀ:
http://www.6aprile.it/news/2012/05/28/terremoto-emilia-ecco-come-acquistare-il-parmigiano-reggiano-terremotato-convenienza-e-solidarieta.html