Insieme al Titanic si inabissarono anche 30 forme di Parmigiano Reggiano

REGGIO EMILIA – “All’appuntamento con la storia il naufragio del Titanic, tra poche ore di cent’anni fa, avrebbe consegnato anche il meglio del made in Italy”. A rivelarlo èGabriele Arlotti, giornalista e appassionato di storia del Parmigiano Reggiano che, tra le carte di imbarco, ha scovato l’eccellenza del cibo italiano tra cui 30 forme diParmesan Cheese, ma anche Gorgonzola, olio, vino, prodotti di pelletteria. “E intanto, nel mondo, si assistono in queste ore a riproposizioni dei menù del Titanic dove spicca la presenza di Parmigiano Reggiano e altri cibi e pietanze italiane”.
Una piccola scoperta che rievoca lo spaccato di un secolo fa e che trae origine da una duplice evidenza. “Il Parmigiano Reggiano di quei tempi – ha spiegato Arlotti – seguiva le rotte dell’uomo, le immigrazioni e, grazie alle sue qualità (organolettiche, di stagionatura e quindi trasportabilità, di versatilità e nutrizionali), divenne insostituibile ingrediente o pietanza in cucina. Ecco spiegato il notevole quantitativo a bordo della nave costruita nei cantieri irlandesi Harland and Wolff, dove in questi giorni è stato inaugurato il museo il Titanic Belfast”. (continua a leggere…)

Fonte 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...