La “serietà” delle Istituzioni (Contro InFormazione)

La Russa censurato, l’opposizione: non basta
Una lettera di censura da inviare per conoscenza anche al presidente del Consiglio Silvio Berlusconi: é questa la sanzione decisa dall’Ufficio di presidenza di Montecitorio nei confronti del ministro della Difesa Ignazio La Russa, che, il 30 marzo in aula alla Camera aveva avuto uno scontro verbale con il presidente Gianfranco Fini durante la discussione del testo sul processo breve. L’ufficio di presidenza ha approvato la sanzione proposta dal Collegio dei questori.

PDL ok PD allo sbando. Mentre la maggioranza ha sostenuto la proposta dei deputati questori: «Era l’unica sanzione possibile con il regolamento attuale», ha spiegato Gregorio Fontana del Pdl, il centrosinistra al voto si è spaccato. ()

Durante la lettura dell’articolo sopra citato, una domanda mi è sorta spontanea: esso riguarda una vicenda avvenuta all’interno del Parlamento Italiano o in un asilo d’infanzia non meglio specificato?
E’ sconcertante vedere come soggetti dai quali dipendono le sorti della nostra nazione, per altro ben retribuiti, si infervorino e si perdano nei meandri di scaramucce di bassissimo profilo.
A monte, abbiamo un Ministro che si lascia andare a ingiurie e reazioni volgari, che certo non fanno onore al suo ruolo istituzionale; invettive prive di giustificazioni e fondamento, considerando il contesto.
L’elite a cui viene conferito l’incarico di legiferare, secondo noi, non può essere composta da personaggini dai modi teatrali e grotteschi, con una maturità pari a quella di un infante. O almeno, non dovrebbe essere possibile in una nazione normale…ma in Italia, attualmente, la situazione è questa.
A fianco di dimostrazioni di cotanta maturità e rettitudine, il caro La Russa ci regala la sua decisione di assumere un’ amica soubrette, pronta a ricoprire un ruolo privo di sostanza e creato su misura per l’occasione, giustificandolo come necessario (ne abbiamo parlato qui); mentre, per non essere da meno, Letizia Moratti propone la candidatura di una cantante (Ornella Vanoni), peraltro ormai passata di cottura, per la lista civica di Milano.
C’è modo di far comprendere a questi signori che il Parlamento Italiano NON è il circolo delle bocce di un paesino di campagna, nel quale tutti possono portare i propri amichetti, per passare il pomeriggio ad alzare la voce per quisquilie, o in un oratorio, per scambiarsi le figurine dei calciatori?

Stefania Lodesani

Fonte


Annunci

Un pensiero su “La “serietà” delle Istituzioni (Contro InFormazione)

  1. Circa 110 installazioni NATO e USA entro Confini: il parlamento italiano è il Circolo delle Bocce di un paesino di campagna.. militare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...