Un esempio di incoerenza

Roma, 22-03-2011

Sviluppare la ricerca delle fonti energetiche alternative e rinnovabili perché è ”indispensabile individuare nuovi modelli e strumenti capaci di coniugare lo sviluppo economico con la rigorosa salvaguardia del pianeta e dei suoi equilibri ambientali”: è quanto scrive il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in occasione del convegno ”Acqua ed energia”, organizzato dall’Accademia Nazionale dei Lincei, nell’undicesima Giornata Mondiale dell’Acqua, nel messaggio inviato al Presidente Lamberto Maffei, ai relatori e a tutti i partecipanti.

Napolitano, nel messaggio, sottolinea come l’incontro rappresenti ”un momento di riflessione nel solco del fecondo cammino di approfondimento sulla materia avviato già da tempo dall’istituto. Il tema del convegno ‘Acqua ed energia’ conferma la necessità di sviluppare, anche attraverso un costruttivo confronto e una rinnovata collaborazione fra la comunità scientifica e il mondo produttivo, nuovi indirizzi di ricerca sui futuri scenari dell’uso delle risorse idriche e delle altre fonti alternative e rinnovabili. E’ infatti indispensabile individuare nuovi modelli e strumenti capaci di coniugare lo sviluppo economico con la rigorosa salvaguardia del pianeta e dei suoi equilibri ambientali”, conclude il presidente della Repubblica.

Fonte

La cariatide presidenziale si è espressa!

Dopo aver iniziato la settimana affermando che non siamo in guerra con la Libia, ma che si tratta “solo” di un’operazione ONU, ecco un’altra perla di saggezza.

Non c’è che dire: ancora una volta, un vero esempio d’ incoerenza.

Mentre il numero dei disoccupati e il prezzo dei beni di prima necessità – oltre che quello dei carburanti – continuano ad aumentare, ci sentiamo ripetere che la crisi è ormai acqua passata e la ripresa economica è in atto.

Non contenti, ora viene sostenuta la necessità di puntare sulle fonti alternative e rinnovabili “per la RIGOROSA salvaguardia del pianeta” nel bel mezzo della propaganda pro nucleare.

Quindi il Referendum del 12 Giugno e tutta la polemica ad esso connessa, a cosa servono? Anzi, a CHI servono?

Assisteremo verosimilmente a un travaglio come quello che ci hanno riservato per l’Alta Velocità (TAV), e nel miglior stile italiano: anni impiegati per lasciare la costruzione a metà, ma per completare l’opera di sparizione dei fondi pubblici stanziati.

Fania



Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...